Risultando l’infarto cardiaco una delle principali cause di decesso nei paesi industrializzati e sviluppati, occorre puntualizzare quali siano i principali sintomi. Oltre a controlli periodici dal cardiologo, l’osservanza dei sintomi fa sicuramente la differenza perché quando se ne presenta uno o più, bisogna immediatamente essere consapevoli della situazione e correre al pronto soccorso.

Palpitazioni

Quando il muscolo cardiaco è in sofferenza, il battito è particolarmente irregolare. Vale a dire che le persone che stanno per avere un imminente infarto, sentono le palpitazioni e il cuore battere all’impazzata anche senza aver praticato alcuno sforzo fisico. Un cardiofrequenzimetro può facilmente confermare le aritmie perciò tutte le persone che presentano più fattori di rischio, tra cui come età, diabete e sovrappeso, dovrebbero averne uno a portata di mano. Il cardiofrequenzimetro è fondamentale per i malati di cuore che, molto probabilmente, spesso si recano presso gli ospedali e i centri di cura specializzati per analisi e terapie specifiche grazie a un servizio di ambulanze private Napoli.

Fiato corto

Quando il cuore non svolge correttamente le sue funzioni, la respirazione ne risente. Il fiato si fa corto e il respiro affannoso come dopo aver corso e fatto jogging.

Nausea

Come già visto, i principali sintomi dell’infarto cardiaco non riguardano solo e unicamente il cuore, avendo il muscolo cardiaco una posizione centrale all’interno del petto, le difficoltà si presentano anche agli organi vicini. Dopo aver colpito i polmoni che faticano a funzionare, i malfunzionamenti cardiaci possono provocare un senso di nausea come una sorta di blocco alla bocca dello stomaco.

Dolore

Tra i principali sintomi dell’infarto cardiaco occorre sicuramente includere il dolore. Questo dolore opprimente si irradia dal centro del petto in presenza di uno scompenso cardiaco. Il cuore in sofferenza che non riesce a lavorare come al solito, provoca dolore allo sterno e al braccio sinistro, in particolare negli uomini, e alla schiena soprattutto nelle donne.

Stanchezza cronica

Infine, nell’elenco dei sintomi da conoscere meglio dell’infarto cardiaco non poteva mancare la stanchezza cronica. Se il cuore non funziona bene, si avverte un forte senso di stanchezza anche dopo essere stati a riposo.

Di Grey